Per innovare un business oggi serve attivare un link tra chi si confronta con il mercato e chi sviluppa il prodotto, tra chi organizza i processi e chi si occupa delle persone, tra chi costruisce la supply chain e chi legge le metriche di sviluppo. Servono metodi snelli e agili e serve una forte attitudine alla sperimentazione. Serve una lettura nuova del mercato. Serve Sharazad.

Latest stories

Lean Thinking, intelligenza artificiale, robot e posti di lavoro

L
Mitsuku, l'intelligenza artificiale che manca di Lean Thinking

Qualche tempo fa avevo citato un articolo sull’approccio di Toyota a Industria 4.0. Interessante perché il rapporto con l’evoluzione tecnologica era descritto come guidato dall’uomo. Nella culla del Lean Thinking, la comprensione dei processi e del valore prodotto per il mercato prevaleva sulla tecnologia. Era facile ricondurre il racconto del manager alla tradizionale tensione...

Milano democratica, Milano nera. L’innovazione tecnologica tra neofobia e neofilia.

M
Michael Pollan a caccia

Incontro quotidianamente team aziendali votati all’innovazione tecnologica. Sono storie positive. Di gente che ce la fa. Impegnandosi, pensando, eseguendo. Sono persone appassionate del loro lavoro e dei metodi per farlo funzionare. Nell’innovazione spiccano approcci come Lean Startup, Agile e Design Thinking. I progetti che ne nascono sono spesso sorprendenti. Il racconto che ne...

Perché WeWork è Lean e perché questo potrebbe non essere un bene

P
WeWork a New York

WeWork apre uno spazio che integra retail, coworking e hotel. L'intera vita può essere organizzata attraverso servizi pagati a consumo. Ma la libertà concessa da questo modello rischia di far perdere intensità alle esperienze. Tra Sennett, Kundera e Bauman, qualche riflessione sulle due velocità che connotano il nostro business.

Barconi, Robot e Google Translate. Il futuro del lavoro e la rivoluzione digitale

B
Richard Baldwin

Richard Baldwin ci spaventa e poi ci consola. Prima ci racconta dei Globotics, robot e telemigrant, capaci di sconvolgere gli attuali lavori. Poi ci dice come affrontare questa sfida. In modo positivo e costruttivo. Studiando e adottando un approccio più fondato sul cuore e sulla social intelligenze. Tra Lean e Agile.

Il Simposio, Fast Company e l’innovazione nel business

I
Simposio di Platone

L’innovazione è un demone L’amore non è l’essere amato, ma l’infelice amante che desidera qualcosa di cui è privo. Rubo questo ribaltamento a Socrate per parlare di innovazione. Ne parlo in termini magari non consueti, ma spero utili a ridefinire il contesto in cui ci muoviamo. C’è una retorica molto diffusa che vede giovani e brillanti startup tutte prese dalla conquista di un ricco...

Quattro modi per uscire dal proprio guscio. “Get out of the building!” e la virtù di non chiudersi in sé stessi

Q
Get out of the building

L’altro giorno Camilla, un’eccellente professionista che si muove tra CSR e “sustainability strategy”, mi ha detto la verità. Nonostante gli alti e i bassi dell’applicazione del modello, le regole base del Lean Startup l’hanno illuminata. Steve Blank e il suo “get out of the building!” si sono stampati nella sua testa. Senza strutturare precisi MVP...

Quattro regole per la didattica ai tempi della Retromania. La formazione manageriale tra Youtube e Udemy

Q
Il GooglePlex, per Sennett esempio di spazio userfriendly

Gli ultimi mesi mi hanno portato come docente davanti a numerosi esperti, manager e innovatori. Argomenti diversi, ma complementari. Lean Thinking e Change management. Design di spazi e contesti adatti all’innovazione. Agile management e Design Thinking. Lean Startup e rituali organizzativi. E molto altro. Devo ammettere che La Trappola del Business Plan, libro appena pubblicato, mi ha...

Un nido troppo comodo. L’attitudine al mercato nel Lean Startup.

U
Esperimenti

La Trappola del Business Plan sta andando alla grande. È giusto iniziare a ringraziare i protagonisti che hanno reso il testo interessante e utile. Parto da chi mi ha permesso di spiegare al meglio il contesto dell’innovazione, delle startup e in particolare di cosa significhi esplorare e costruire un business attraverso un approccio iterativo e sperimentale come quello del Lean Startup...

“Undicimilionesimo viaggiatore”: cosa porto a casa dall’esperienza con Save e Turkish Airlines

&
Premio Turkish

Essere stato premiato come undicimilionesimo viaggiatore in partenza dall’aeroporto Marco Polo di Venezia è stato davvero sorprendente e piacevole. Oltre alla divertente cerimonia di premiazione con tanto di taglio di torta e assegno gigante, c’erano premi come viaggi e upgrade del biglietto già acquistato. Un buon preludio a una vacanza che si è rivelata poi ricca di ulteriori emozioni. Aggiungo...

Tutti i trucchi per difendersi dal brainstorming

T
The five obstructions

Se c’è una certezza che deriva dall’esperienza e solo in seconda battuta dalla teoria è che il brainstorming non funziona. Anzi costituisce spesso un modo sicuro per arrivare a risultati superficiali, poco analitici e controproducenti. La trappola del brainstorming? Urge subito citare un passaggio di Sprint: How To Solve Big Problems and Test New Ideas in Just Five Days di Jake Knapp...

Quali radici culturali ha il Lean Startup? Tre idee alla base del management dell’innovazione

Q
Radici

Il Lean Startup è ormai da tempo diventato un punto di riferimento per chi affronta i temi dell’approccio all’innovazione nell’imprenditoria e nel management. Gli strumenti operativi di questa piattaforma metodologica coprono l’ambito dello sviluppo del mercato e della costruzione dell’organizzazione. Per innovare con successo serve prima di tutto costruire un team...

Luxottica e un’occasione da non perdere per i talenti dell’Industria 4.0

L

Ci sono aziende rare nel nostro territorio. Con un modello di business vincente. Con un’estrema cura per le persone. Non sempre sono due caratteristiche che si riscontrano insieme. Luxottica è in questo senso un’eccezione. E il programma Operations Talent Garden ne è l’ennesima riprova. Di cosa si tratta? Operations Talent Garden è un percorso di formazione e sviluppo che dura...

Cosa fa di Maker un evergreen? Qualche risposta da Genova

C
L'annuncio dell'evento Maker a Genova

Scrivere un libro non è cosa da tutti i giorni. E per chi lo fa per la prima volta può costituire una fonte di sorprese e scoperte importante. Quando Alberto Maestri mi ha chiesto di sviluppare un manuale per i Maker, la cosa mi è sembrata strana, ma lusingante. In effetti non mi potevo considerare un maker, neppure estendendo e stiracchiando oltremodo il concetto… Ma i maker li conoscevo e...