Image Image Image Image Image

Ciao

Scroll to Top

To Top

Futuro Archives - Sharazad

30

Ott
2015

In Futuro
News

By stefanoschiavo

Quella strana tipicità tutta italiana…

On 30, Ott 2015 | In Futuro, News | By stefanoschiavo

Poi ci si chiede cosa sarà questa tipicità manifatturiera italiana… Lavorano l’acciaio, sono in quindici, con il loro capannone in una classica area di pianificazione urbanistica, cioè in mezzo a un bosco vicino a una bella zona residenziale.

E lavorano bene. Grandi clienti che li chiamano per prodotti personalizzati, quelli difficili, dove competenza e innovatività vanno in simbiosi. Quando serve, e recentemente capita spesso, cercano qualche altro ragazzo da far lavorare, ma lì attorno studiano tutti social media marketing e non è facile… 🙂

IMG_4079

Le cose vanno bene, ma non sono soddisfatti. Seguire le specifiche delle grandi aziende funziona, ma quando sai lavorare bene, meglio degli altri, ti vien voglia di creare, inventare… Ecco allora che cominciano a sfornare macchine professionali per farsi la birra in casa, estrattori per erbe officinali per agriturismi e così via. Perché vendere a chi utilizzerà le tue macchine ti permette di scriverle le specifiche, di parlare coi tuoi clienti, di metterci fantasia e creatività.

Chiamano anche il Fab Lab appena aperto lì vicino per esplorare qualche nuova tecnologia. Dopo aver visto la Maker Faire ci si rende conto che i Maker stanno anche nelle piccole aziende manifatturiere che di Fab Lab ne dovrebbero aprire uno ciascuna. A volte solo cambiando il nome al reparto prototipi, perché poi tutto il resto c’è già!

Che poi torna bene anche ai tuoi clienti grandi, quelli delle specifiche, che cercano te perché non sei un mero esecutore, ci metti del tuo e aiuti il tuo cliente a far bene le cose.

Ecco c’è questa cosa nei nostri artigiani, nelle nostre piccole aziende, questa cosa che non sapremmo definire, ma che ha a che fare con il design, l’arte e schemi mentali strani che ti vengono solo quando passi tutto il giorno in officina… Sono le cose evidenziate da Italiani di Frontiera e Futuro Artigiano. Perché l’innovazione nasce dal fare, lo sappiamo, ma è bello riscoprirlo ogni giorno nelle imprese che incontriamo.

IMG_4035

IMG_4089

Tags | , , , ,

09

Gen
2015

In Futuro
News
report

By stefanoschiavo

Un Giappone alla ricerca della crescita tra robot, arte e artigianato

On 09, Gen 2015 | In Futuro, News, report | By stefanoschiavo

Approfittiamo sempre dei nostri viaggi di piacere per esplorare cosa accade nei Paesi visitati. Inevitabile osservare il Giappone con un occhio particolare. Primo perché nelle nostre radici sta una cultura manageriale nata nelle fabbriche nipponiche e poi perché il Sol Levante sta affrontando da qualche anno una fase economica che in molto assomiglia a quella attraversata ora dall’Europa.

Da una parte abbiamo quindi avuto la conferma di come un certo approccio culturale al business (visual, sperimentale, progressivo e condiviso) che abbiamo conosciuto attraverso l’applicazione del Lean Thinking e più recentemente con il movimento del Lean Startup permei la cultura personale dei cittadini giapponesi. Lo si vede nell’organizzazione dei servizi pubblici, dei trasporti, della segnaletica e del retail.

Proprio a partire da questo abbiamo cercato di osservare le modalità con cui questo approccio si è sviluppato nel mondo del commercio e dell’artigianato. Abbiamo visto come la commistione tra diversi ambiti commerciali ed estetici sia la costante di chi sperimenta nuove soluzioni nelle grandi città come nelle piccole isole del centro sud, nei borghi tradizionali come negli spazi di maggior afflusso turistico.

Il bar Downstairs integrato con il concessionario Mercedes a Roppongi spinge al massimo il cross selling e integra magistralmente identità complementari.

Un ceramista a Kyoto si mette in vetrina nel centro urbano facendo produrre vasi che Patrick Swayze se li sognava ai turisti che affollano i dintorni. Nel frattempo espone le sue realizzazioni artigianali attorno allo spazio del workshop.

Una tipografia letterpress piazza una vecchia Heidelberg in vetrina in centro città e veicola progetti editoriali, servizi tipografici, prodotti grafici e stationery.

Poi ancora innumerevoli commistioni di luoghi di coworking e di retail, di produzione e di ristorazione nella consapevolezza che in un momento di crisi della domanda, con consumatori che capiscono il valore dei prodotti e dei servizi e sono attenti alla qualità di quanto offerto, bisogna coinvolgere i clienti, farli partecipare all’atto creativo, mischiare arte, artigianato, manifattura e digitale.

Robot futuristici insieme a tradizioni millenarie, templi buddisti tra i grattacieli di Tokyo, il postmoderno che si apre a nuove intuizioni. Sicuramente non basta a compensare uno scenario macroeconomico molto difficile, ma è quello che dal basso possono fare le iniziative dei singoli soggetti economici che resistono e si reinventano alla ricerca di nuove strade.

ando1dogmobilerobotdeustokyomercedesartginzashopfishkanazawacalligrafiaandovasiteshimacoppia1gieshegiapponesicoppiacuoco

Tags | , , , ,

12

Ott
2012

In cool
Futuro
Laboratori

By stefanoschiavo

Il prossimo weekend siamo a Verona con Futuretail!

On 12, Ott 2012 | In cool, Futuro, Laboratori | By stefanoschiavo

Uno spazio virtuale e uno fisico per esplorare il Futuro del Retail.

Lo curerà tra il 21 e il 23 Ottobre Sharazad all’interno degli spazi della Fiera di Verona. Sarà un osservatorio che parte dai casi più interessanti che abbiamo colto in questi mesi attraverso uno sguardo attento sulle dinamiche in atto in tutto il mondo. Ma non solo.

Con la curiosità che ci accompagna sempre, partendo dall’appuntamento che ci ha già visti impegnati l’anno scorso, quest’anno siamo protagonisti nella costruzione di una parte di Abitare il Tempo 100% Project.

Ci stiamo dedicando alla produzione di materiale informativo (a modo nostro s’intende!) e di uno spazio dinamico e vissuto. Non sarà tanto uno stand quanto un luogo di incontro, esperienza e scambio di opinioni. Il nostro obiettivo è creare un ambito relazionale dove apprendere e confrontarsi su ciò che ci attende nel mondo del Retail.

Al centro e a supporto dell’iniziativa, andando oltre le tre giornate di Fiera, c’è il sito Futuretail. Servirà a sedimentare quanto emerso in questa ricerca attraverso approfondimenti e scambi di visioni e esperienze.

In perfetto stile Sharazad ci saranno workshop che spiegheranno i vari aspetti che contribuiscono allo sviluppo di un negozio, non perdendoci in roboanti prospettive strategiche, ma esplorando le azioni più concrete e quotidiane, tipo allestire la vetrina per intenderci, che messe tutte in fila però consentono di comprendere alcune grandi potenzialità di sviluppo.

Domenica 21 ottobre 2012

Tema: Shop

Mattino: Pillole di Visual Merchandising.

Pomeriggio: Allestire uno spazio attraverso i 5 sensi, il negozio del futuro.

Lunedì 22 ottobre 2012

Tema: Interior

Mattino: Progettare per crescere.

Pomeriggio: Bello o brutto? dipende da come lo illumini.

Martedì 23 ottobre 2012

Tema: Ecocasa

Mattino: Piccoli e grandi gesti sostenibili.

Pomeriggio: Laboratorio di Riciclo. Silvia Bragagnolo ci insegna a creare un oggetto utile dai rifiuti domestici.

Non resta che venirci a trovare. Attendiamo da tutti contributi e idee da discutere tra gli spazi mobili di Future Retail.

Tags | , , , , , ,