Image Image Image Image Image

Ciao

Scroll to Top

To Top

coworking Archives - Sharazad

27

Jul
2016

In News
Non categorizzato
projects

By stefanoschiavo

Mero & More, a Verona coworking e servizi per il mondo dell’abbigliamento

On 27, Jul 2016 | In News, Non categorizzato, projects | By stefanoschiavo

Mero è una realtà che ha abbracciato un progetto sfidante e ambizioso. Si tratta di un’azienda da sempre votata all’innovazione e alla costruzione di un rapporto di fiducia con i propri clienti. Qualità, creatività e servizio sono ingredienti di una formula che ha da sempre permesso all’azienda di non limitarsi a un “mero” servizio di terzista nel mondo dell’abbigliamento, ma di contribuire al successo dei suoi clienti aggiungendo uno strato di ricerca e sviluppo, creazione di linee innovative e garanzia di tempistiche adeguate al governo di processi produttivi industriali.

5

I tempi però si evolvono e quello che tradizionalmente poteva essere sviluppato all’interno delle proprie mura è sempre più limitato. Fare innovazione oggi non significa solo essere al passo con l’evoluzione tecnologica o confrontarsi con clienti e fornitori. Si tratta di entrare in contatto con una comunità di soggetti che, con caratteristiche eterogenee e spesso poco convenzionali, stanno costruendo spazi di esplorazione nel settore.

Per aprirsi con lo spirito dell’open innovation a queste energie e superare i confini ristretti del proprio ambito aziendale, abbiamo impostato con gli imprenditori dell’azienda, Paola Mero e Paolo Annechini, un piano per accogliere e collaborare con i soggetti più dinamici del settore. Innanzitutto mettendo a disposizione di chi sta ancora lanciando la propria idea di business una piattaforma di servizi altrimenti difficilmente accessibili. Uffici stile, macchinari, software, set posa e tanti altri contenuti (tra cui una bella area food, un negozio, uno spazio per eventi, …) che possono essere utilizzati senza necessità di un grande investimento. Ma anche know-how e supporto consulenziale di professionisti e formatori che gravitano attorno a quello che abbiamo chiamato Mero & More, con un gioco di parole che vuole dare l’idea di quel di più e di quell’idea di superamento delle condizioni attuali che il progetto rappresenta per l’azienda.

4

A Mero tornerà la possibilità di accedere a nuove idee ed energie e dare così ai propri clienti nuovi stimoli per una crescita congiunta sul mercato in cui la dinamica tra terzista e cliente si consolidi come un rapporto virtuoso tra partner di mercato. Alle realtà che vorranno lavorare nel coworking o utilizzare i servizi a disposizione nello spazio veronese tornerà la possibilità di accelerare i propri test di mercato confrontandosi con un ecosistema virtuoso e di sostegno alla crescita.

2 3

Tags | , , , , , , ,

25

Jun
2012

In cool
Non categorizzato
projects

By stefanoschiavo

Tra il dire e il fare ci son di mezzo per lo meno due Heidelberg

On 25, Jun 2012 | In cool, Non categorizzato, projects | By stefanoschiavo

Sharazad, tra l’altro, si occupa di consulenza. Su varie cose. Organizzazione, marketing, strategia, retail, web, … Tutto con un bel fil rouge. L’idea che il rapporto con il mercato sia cambiato. Che trasparenza, autenticità, esperienza, partecipazione non siano slogan, ma l’unico vero modo in cui fare una seria attività al giorno d’oggi… Dietro a tutto questo ci sono le cose di cui abbiamo parlato nell’ultimo post dedicato alla formazione.

Ma parlare solo non ci soddisfa. Se vogliamo essere coerenti, dobbiamo mettere questi nostri pensieri in azione. Ci infiammano persone come Ezio e tutti i suoi colleghi di Contempo. Ci sono piaciuti venerdì a Bassano del Grappa mentre ci raccontavano, dopo un bell’intervento del nostro amico Stefano, quello che fanno tra recupero di materiale di scarto industriale e creazione di prodotti straordinari per il retail… tavoli, lampade, arredo di ogni genere, unico, ma per una volta ripetibile!

Contempo e il mondo di Futuro Artigiano sono uno stimolo per noi che, umilmente, ci proviamo. Ci siamo così dati da fare nel creare un esempio di come trasformare quello che può essere letto come un distretto poco dinamico, la tipografia di Verona, in un laboratorio di incontro tra digitale e analogico, tra il pensiero creativo e la sapienza manifatturiera, in una fusione ricca di entusiasmo e fantasia.

Il primo passo è stato l’acquisto di due belle Heidelberg. Arriveranno a settembre. Poi uno spazio a Verona, in centro, vicino a Castelvecchio, dove si sono raccolte un po’ di realtà che condividono una visione del futuro industriale italiano, innanzitutto contro la retorica della crisi.

Poi l’altro giorno il trasloco. Impegnativo, dobbiamo dire, ma anche divertente e pieno di stimoli. Fra poco la location si apre a eventi e alla produzione. Tutto questo lo vedrete su un nuovo canale, figlio di Sharazad e di tanti nuovi compagni di viaggio. A presto per le news!

Tags | , , , , , , , ,