Image Image Image Image Image

Ciao

Scroll to Top

To Top

December 2011 - Sharazad

23

Dec
2011

In Non categorizzato

By Admin

Sai come si esprimevano i desideri?

On 23, Dec 2011 | In Non categorizzato | By Admin

photo thanks flickr user visualpanic

“Il sultano, per darmi in sposa sua figlia, esige quaranta piatti d’oro colmi di pietre preziose, di quelle che si trovano nel giardino del sotterraneo, portati da quaranta schiave e da quaranta servi. Voglio che tu mi procuri all’istante tutto questo”.
“Ascolto e obbedisco, mio padrone!”

“Voglio che tu mi porti in un bagno di cui non si sia mai visto l’eguale nel mondo e che mi procuri vesti tanto preziose che nessun re ne abbia mai avute di simili nel suo guardaroba”.
“Ascolto e obbedisco!”

“O demone della lampada, voglio che tu prenda il palazzo di Aladino, con tutto ciò che contiene, e lo trasporti in mezzo ai giardini del lontano Marocco.
E voglio che tu trasporti anche me insieme al palazzo!”
“Ascolto e obbedisco!”

Va bene, visti i tempi possiamo volare un po’ più bassi coi nostri desideri.
Ma non ci lasciamo troppo intimorire… i sogni rimangono essenziali per guardare con fiducia al nuovo anno.

Noi di Sharazad siamo invece scettici sulla risposta al desiderio…
“Ascolto e obbedisco!” ai giorni d’oggi suona un po’ strano…
ai genii delle lampade preferiamo la potenza del confronto e del dialogo che magari non faranno volare castelli, ma permetteranno ai nostri sogni di realizzarsi insieme ai sogni degli altri.

Buone Feste e Buon 2012!

15

Dec
2011

In cool

By stefanoschiavo

Come tradurreste “homegrown, small scale and independent”?

On 15, Dec 2011 | In cool | By stefanoschiavo

Che il business del futuro abbia le caratteristiche del titolo ce lo dicono da un po’ Bruce e Stefano. E noi ci crediamo, anche perché ci fidiamo di loro.

Concetti chiari, una visione che condividiamo e divulghiamo con piacere. E poi è indubbio che le conferme ci arrivano anche fuori dai siti e dai libri, ce le raccontano i clienti che incontriamo ogni giorno, che ci invitano a partecipare al loro modo di pensare il lavoro, ma forse ancor più la vita.

 

Pensiamo a Stefano, Daniele, Alessandro e Angiolino con cui abbiamo passato una serata alla degustazione di vini naturali. Si trattava di decidere se le bottiglie inviate dai produttori che vorrebbero entrare in Vinnatur fossero o meno state prodotte con metodi naturali. Che si potrebbe dire usiamo le analisi chimiche. Quelle arrivano… ma dopo. Intanto i nostri esperti artigiani appassionati devono entrarci con il naso e il cuore. E non sbagliano un colpo, ne siamo testimoni.

Non sappiamo bene come tradurvi lo spirito di “homegrown, small scale and independent”, ma la storia e il lavoro dei nostri amici lo spiegano veramente bene. Lo potrete anche vedere di persona l’anno prossimo a Villa Favorita, ma questo ve lo raccontiamo un’altra volta…

Tags | , , ,

06

Dec
2011

In events
sharazadontour

By stefanoschiavo

A Ca’ Foscari tra genii, lampade e quaranta ladroni…

On 06, Dec 2011 | In events, sharazadontour | By stefanoschiavo

Ca’ Foscari è un’università incredibilmente vitale. Ci è piaciuto partecipare l’anno scorso alla Digital Week voluta e organizzata dall’Ateneo veneziano e in particolare dall’ottimo Leonardo Buzzavo. Ci è piaciuto andare in aula con Manuel Bordignon e Sergio Faccipieri per parlare di innovazione e strategia. Ci è piaciuto infine ricevere un invito al corso di Monica Calcagno, docente di Marketing con un forte orientamento alle produzioni culturali. Le cose insomma di cui ci parla spesso Cristiano Seganfreddo.

Nell’uggiosa mattinata di ieri siamo partiti alla volta di Venezia per raggiungere la sede di San Giobbe. E’ sempre un piacere arrivarci anche per gli squarci prospettici che regala l’architettura.

La lezione, se così si può definire, è stata anomala… un percorso a braccio tra la storia di Sharazad e le evoluzioni di Marketing e Organizzazioni. Molto interessati e coinvolti gli studenti, che già alla fine delle due ore si stavano connettendo con noi nei vari social network. E’ stato un incontro sperimentale in cui abbiamo cominciato a raccontare in modo diverso la Social Enterprise (ne parleremo presto…).

E poi le candidature per tesi e stage sono sempre un bel feedback dell’apprezzamento degli studenti. In qualche modo cercheremo, come si dice, di “dar seguito alle richieste”. Ma intanto già i nuovi follower su Twitter ci stanno stimolando con i loro interessanti contenuti. C’è come sempre molto da imparare in una collaborazione con un ragazzo nuovo al mondo del lavoro. Basta voler ascoltare con un pizzico di umiltà.

Tags | , , , , ,