Image Image Image Image Image
Scroll to Top

To Top

2011 November

28

Nov
2011

No Comments

In cool
events
sharazadontour

By Stefano Schiavo

Makers a Verona con OniricaLab

On 28, Nov 2011 | No Comments | In cool, events, sharazadontour | By Stefano Schiavo

Venerdì scorso a Verona siamo stati al secondo appuntamento di OniricaLab, the Makers Festival. L’iniziativa, organizzata da Fuoriscala, Interzona, Ondequadre e Reverse, ve la spiegano bene loro stessi nel sito.

- workshop tastefull -

Da parte nostra, dopo gli exploit con Ardusumo, non potevamo essere insensibili a un progetto che esplora il mondo del fare. Vi diamo solo un’idea con un po’ di foto che dimostrano come spirito, voglia di mettersi in gioco e passione possono creare eventi magici ricchi di partecipazione ed entusiasmo.

 

 - knit café di cristina pizzato -


- fatti il cannoncino alla crema di giorgio grigoli -

- i vini naturali di francesco maule e vinnatur -

- packaging design di giada misuraca -

- gioielleria di riciclo di giulia pesante -

Tags | , , , , , , , , , , , , ,

26

Nov
2011

No Comments

In cool
report

By Stefano Schiavo

Cinque App (più qualcun'altra) per gli amanti del vino

On 26, Nov 2011 | No Comments | In cool, report | By Stefano Schiavo

C'è chi ti guida alla ricerca dei locali giusti, chi ti indica i migliori produttori, chi ti segue e aiuta nella degustazione... Diciamolo, le App e i vini hanno una cosa in comune. Sono entrambi mondi immensi in cui è difficile orientarsi. E a noi la cosa non dispiace, amanti come siamo di serendipità e scoperte casuali.
 

E allora non ci sogniamo nemmeno di segnalarvi, come spesso avviene, “il meglio delle App” sviluppate per gli amanti del vino, ma piuttosto ve ne suggeriamo cinque che sono, nel bene o nel male, interessanti e che vi consigliamo di provare.

Visto che amiamo inserire i libri che ci piacciono in Anobii semplicemente inquadrando il codice a barre, non potevamo non apprezzare la funzionalità di riconoscimento etichetta della versione pro di Snooth… Per il resto niente di clamoroso, tra geolocalizzazione e ‘personal cellar’, discussioni e funzioni social per condividere gusti e scoperte…

Funzioni che mancano di certo ad uno dei pochi esperimenti italiani, quello di Marchesi de’ Frescobaldi, che però ha la buona intuizione di aiutare l’utente durante la degustazione dei suoi vini… È un inizio, diciamo, e sarà bello vedere lo sviluppo futuro dell’idea… magari prendendo spunto da Wine Taster.

C’è poi chi cerca di dare un aiuto ai produttori, ma qui siamo proprio all’opposto di quanto ci insegnano Angiolino Maule e gli altri eroici produttori di vini naturali… Dove si dovrebbe ridurre l’utilizzo della chimica per lasciare spazio all’evoluzione naturale delle sostanze presenti nell’uva e nel terreno, ecco che c’è chi ti sviluppa un ‘calcolatore’ degli additivi da usare… Chiederemo subito un’opinione ai nostri amici.

C’è la categoria dei superblasonati (dagli esperti e dagli utenti) che ti fanno anche gli abbinamenti ai piatti… decisamente utili quando ci si trova a cucinare i temibili carciofi ripieni di scolinoside :) Ecco allora HelloVino, Pair it! e il più verticale Fromage.

Infine c’è Drinkfit, attenta alla nostra forma e che ci indica calorie e proprietà nutrienti del vino…

Per una panoramica più completa vi rimandiamo comunque a questa bella ricerca.

Non manca niente insomma anche se non abbiamo ancora trovato l’App che ci dica come il vino è stato coltivato, cosa gli è stato fatto in cantina e quindi cosa realmente entra nella nostra pancia… :) Che sia da pensarci?

 

Tags | , , , , ,

20

Nov
2011

No Comments

In cool
events
projects
sharazadontour

By Stefano Schiavo

Taranta a Reggio Emilia: come ti accendo un territorio danzando…

On 20, Nov 2011 | No Comments | In cool, events, projects, sharazadontour | By Stefano Schiavo

Sharazad si trova spesso a confronto con professori e ricercatori universitari. Ogni tanto ci invitano a lezione, ogni tanto ci danno utili consigli. Pensiamo a esperti di innovazione e strategia come Sergio Faccipieri, agli studiosi delle nuove dinamiche digitali come Luigi Proserpio, ma anche ai teorici del nuovo mondo dei makers e in questo non possiamo non citare il nostro amico Stefano Micelli.

- comportamenti digitali di luigi proserpio -

Ma alla lista si dovrebbero aggiungere Vladi Finotto, Manuel Bordignon, Paolo Gubitta e davvero tanti altri che sono fonte di spunti e idee da portare nel nostro lavoro quotidiano. Alla faccia di chi rimprovera una distanza tra economia reale e mondo accademico. In attesa di parlarvi di quelli citati, ci piace fare una piccola incursione nel mondo di chi studia la relazione tra economia e cultura.

C’è un nesso tra il successo economico di un territorio e la sua capacità di generare cultura? Come si può misurare? Come si può inoltre stimolare questa sinergia? Su questo indagano docenti come Monica Calcagno di Ca’ Foscari e Fabrizio Montanari che lavora tra la Bocconi e Reggio Emilia.

Monica ci ha invitato a lezione tra gli allievi del suo corso e noi abbiamo accettato di buon grado perché ci piace il confronto con gli studenti (che sono sempre meglio di come li dipingono) e perché siamo curiosi di approfondire i suoi lavori che, dalle prime avvisaglie, sembrano davvero interessanti.

- territori creativi di fabrizio montanari -

Fabrizio, oltre che docente, è il direttore editoriale di Ticonzero.info. Ci ha invitati a vederlo in azione nella sua carica di presidente dell’Ater, la Fondazione per il balletto con sede a Reggio Emilia cui fa capo la compagnia stabile e che produce un’incredibile serie di iniziative sul tema. A parte lo straordinario spettacolo di danza contemporanea cui abbiamo assistito nel contesto di un’ex fonderia alle porte della città, abbiamo visto come si possa trasformare un’attività artistica apparentemente slegata dalle dinamiche territoriali e concentrata nella sua laboriosa iniziativa di ricerca e creazione in un reale plugin per illuminare ogni evento e spazio che coinvolga la cittadinanza e il territorio.

- la fonderia di reggio emilia -

Esperimento di contaminazione riuscitissimo che ha dato una luce nuova a una città già ricca di idee e persone stimolanti. Ancora una volta è il riposizionamento culturale della tradizione artistica, artigianale, produttiva permesso dal connubio tra management, web e internazionalizzazione che si dimostra la strada maestra per il rilancio dell’intera nostra economia. E Sharazad questa strada la imbocca con entusiasmo.

 

Tags | , , , , , , , ,

20

Nov
2011

2 Comments

In events
projects

By Stefano Schiavo

Mai conosciuto un produttore di vino naturale?

On 20, Nov 2011 | 2 Comments | In events, projects | By Stefano Schiavo

A noi venivano in mente Tristram Tzara e il Cabaret Voltaire, ma l’arrivo dei produttori di Vinnatur e dei giornalisti al seguito per il Natural European Wines 2011 (per i più il #new11) ha cambiato il volto di Zurigo!

Cento produttori, decine di giornalisti e grandi ospiti hanno animato due giorni di confronto su presente e futuro del vino naturale. Tra le tante cose discusse, ci si è anche chiesti cosa sia alla fin fine il vino naturale. Un ospite lo definiva semplicemente “un vino in cui non viene aggiunto niente”.

- momenti di confronto aperto tra gli associati :) -

Si è indagato il ruolo dell’Associazione Vinnatur che aggrega e in qualche modo dà “protezione” agli associati attraverso un’attività di ricerca, formazione, confronto e comunicazione. Fa da ponte tra consumatori, giornalisti, ristoratori e produttori. Esplora i nuovi contesti e fornisce un quadro culturale coerente per chi vuole affrontare questo mondo.

- alcuni dei relatori insieme a Angiolino Maule e Isabelle Legeron -

Ineccepibili sono stati il presidente Angiolino Maule e Isabelle Legeron, la “master of wine” che ha condotto gran parte del convegno. Si sono assaggiati vini e si è potuto parlare con produttori che provenivano da tutta Europa. Alla fine rimane un momento di crescita dell’intero movimento. Sharazad ha cercato di aiutare nel comunicarlo e i dettagli li trovate (e troverete sempre più) nel nuovo sito di Vinnatur.

- alcuni produttori in ascolto -

Tags | , , ,

17

Nov
2011

No Comments

In events
sharazadontour

By Stefano Schiavo

Lean Production in Frog Design

On 17, Nov 2011 | No Comments | In events, sharazadontour | By Stefano Schiavo

Cos’è lo spreco? In produzione l’abbiamo imparato. Ce l’hanno detto i giapponesi. Lo chiamano Muda e ci dicono che ce ne sono ben sette tipi: dal movimento alla rilavorazione, dalla sovraproduzione alla sovraqualità (!). Ma in un ambiente creativo cos’è lo spreco?

matteo penzo e alessandro galetto – frog design

Ce lo siamo chiesti ieri a Milano con i ragazzi di Frog Design che ci hanno invitato a condurre un incontro sull’applicazione della lean production all’interno di un contesto come il loro, fatto di programmazione agile e di straordinario design.

Il confronto è stato a mio parere molto utile e forse la cosa più interessante è stato esplorare il confine tra creatività e organizzazione.

Dove sta il limite tra la divergenza di chi deve creare una nuova strada e ha necessità di essere libero da ogni vincolo e l’esigenza d’altro canto di mantenere un equilibrio per così dire “economico”? Inutile dire che non c’è stata una risposta, ma ci siamo accorti che cercare di leggere il modo in cui la creatività si sviluppa con gli occhi di un lean manager può evidenziare grandi spazi di crescita.

lars von trier – the five obstructions

L’esercizio è aperto e anzi qualche spunto è gia nato… vi terremo aggiornati sugli esiti!

Tags | , , , ,

16

Nov
2011

No Comments

In cool
sharazad

By Stefano Schiavo

Fiocco azzurro in Sharazad

On 16, Nov 2011 | No Comments | In cool, sharazad | By Stefano Schiavo

Ebbene ci siamo! E’ nato Zeno e Sharazad se ne compiace.

Fa gli auguri a Nicola e Caterina. Ha già pronte mille e una storie da raccontare per far addormentare il frugoletto :)

Benvenuto Zeno!

Tags |

14

Nov
2011

No Comments

In events

By Nicola Zago

Buon compleanno Internet!

On 14, Nov 2011 | No Comments | In events | By Nicola Zago

Non siamo a Roma con Tim Berners-Lee e tutti gli altri amici, ma è come se lo fossimo. Anzi riusciamo ad essere contemporaneamente a Zurigo ad un bellissimo convegno. Tutto grazie ala Rete, a chi l’ ha iniziata e a chi la costruisce ogni giorno. Buon compleanno Internet!

 

06

Nov
2011

One Comment

In cool
events
report
sharazadontour

By Stefano Schiavo

Godzilla contro Arduino

On 06, Nov 2011 | One Comment | In cool, events, report, sharazadontour | By Stefano Schiavo

Lo si è visto protagonista all’ultima Maker Faire di New York. E’ Arduino, il framework opensource che sta cambiando il nostro rapporto con l’elettronica e l’automazione. Il progetto italiano di hardware opensource rappresenta il passo più interessante per spostare le logiche di innovazione della Rete nell’ambito del fare.

A noi di Sharazad questa strada piace davvero molto. E’ uno dei migliori esempi di quel percorso di cui abbiamo parlato recentemente a Verona e che sta ridefinendo gli equilibri della produzione e della distribuzione.

Negli ultimi anni il web ha cambiato il modo di pensare e fare business. Grazie al digitale abbiamo visto svilupparsi tante start-up fatte da giovani che hanno saputo mettersi in gioco e lanciarsi in coraggiose sfide professionali. Il nostro territorio è protagonista di questo percorso con realtà interessanti come H-Farm e M31.

Arduino è il ponte tra questa straordinaria vitalità che opera nello spazio virtuale di applicazioni e siti web e il mondo più concreto di chi si muove nel saper fare artigiano, nella produzione fisica che però guarda al futuro in maniera innovativa. Ce l’ha raccontato bene Stefano Micelli nel suo ultimo libro. Che ci ha anche parlato del mondo dei fab lab.
I fab lab sono eventi tutt’altro che isolati. Sulle orme del MIT stanno nascendo anche in Italia e sono un po’ l’istituzionalizzazione e la rivisitazione in chiave pubblica di quei garage della Silicon Valley che tanto hanno dato all’innovazione negli anni. E’ un ulteriore passo verso lo sviluppo di una progettazione e realizzazione realmente aperte. La community italiana, guidata dal padre di Arduino Massimo Banzi, si è data appuntamento il 29 ottobre al fab camp di Torino.

- la nostra fantastica guida a ardusumo a genova -

E’ stato quindi inevitabile che a Genova, dove  Massimo ha presentato le ultime evoluzioni del progetto, Sharazad andasse a divertirsi con Ardusumo. Nel contesto del bel Festival della Scienza, la scheda Arduino ha dato vita a una lotta all’ultimo sensore tra piccoli robot programmati e montati dai partecipanti ai workshop. Ragazzi e adulti si sono dedicati alla scelta dei migliori parametri per rendere imbattibili i lottatori che poi si sono confrontati su una minipedana da sumo, circondati da un tifo degno di sfide sportive d’altri tempi.

Lo diciamo subito. Abbiamo perso. Ma solo in finale dove siamo giunti grazie a una grande prestazione agonistica :)

 

Tags | , , , , , , , ,